martedì 20 giugno 2017

Salita al Monte Re


 Una nuova montagna da scalare e questa volta senza grosse paure. Il Monte Re partendo da Cave del Predil.

 Si sale in modo graduale con pochissimi tratti che mi mettono in difficoltà. In realtà più per il pensiero della discesa che per la salita stessa.



a circa 2/3 della salita transitiamo per il Piccolo Re




 La vetta ci offre un panorama eccezionale










 Nel pomeriggio una tranquilla siesta sul lago del Predil






Girobike Muris-Cornino

Ottimo girobike di 90 km condito dalla salita di Muris per uno splendido venerdì di sole.
 La salita di Muris in 15:02
 Omaggio a Ottavio Bottecchia lungo la strada a lui dedicata


martedì 13 giugno 2017

Ancora di più Quelli della Notte

 E' palpabile l'allegria, la soddisfazione di condividere 75 minuti di camminata per tutti Quelli della Notte. Per chi come me ha vissuto quasi tutte le uscite è evidentissima l'evoluzione. Si sono create amicizie, sottogruppi, camminatori che passano "di livello provando il ritmo più veloce o più lento.
 Anche il gruppo dei fari è cresciuto e riesce volta per volta ad essere flessibile in base alle esigenze delle inevitabili assenze programmate o dell'ultimo momento. Non nascondo di essere orgoglioso di farne parte e di essere riconosciuto come tale. Ogni settimana c'è qualcuno che mi ferma per chiedere consiglio o informazione e come ieri sera capita di incrociare una pugliese come me.
Naturalmente facendo sempre compagnia agli amici dell'Allegra (il ritmo intermedio) è in quel gruppo che ho stabilito i rapporti più importanti. Fondamentale è la presenza di Franz il faro che riesce con le sue "uscite" ad essere il più simpatico e catalizzatore. In coda non possiamo dimenticare la continua presenza di Oriana e Sara che è in attesa di poter tornare a sgambettare e riprendere il suo posto nella corsa Simpatia.
E' indubbio che ieri sera si è notato un clima più vivo, sarà stato forse per il fatto delle critiche che abbiamo ricevuto come gruppo che non ha fatto altro che motivare ulteriormente ad essere presenti, ligi al rispetto delle regole della strada per dare una risposta a chi, poveretto, oppresso dalla sua solitudine e dallo stress blatera a vanvera.
I numeri parlano chiaro...contro poche unità di ciarlatani ci sono 387 uomini donne e bambini che scendono in strada per affermare la loro gioia di vivere

lunedì 12 giugno 2017

Monte Cavallo (Pramollo) salita temeraria

Non si è trattato certamente di una passeggiata raggiungere la cima del Monte Cavallo.
 Siamo partiti dalla vecchia caserma dismessa della Guardia di Finanza. Nella prima parte percorriamo una strada forestale che ci porta in pochi minuti a Winkel Alm.
Inizia la salita che è comunque molto regolare, si alternano tratti di bosco a tratti aperti.
 Il cielo è di un blu straordinario.
 Come al solito Milena mi precede. E' incredibile come riesca ad andare spedita in salita.


Ci sono tanti fiori di tutti i colori.
 Ora la salita è decisamente più ardita, girarsi indietro significa poter apprezzare panorami mozzafiato.

 Faccio fatica a tener il passo di Milena che spesso si ferma per qualche secondo.



 Inizia il tratto di ferrata e qui cominciano i problemi. Vado in ansia...ho una strizza decisamente alta.
Ormai sono qui, non posso tornare indietro. Stringo i denti, anche le chiappe e pian piano salgo.

Per fortuna dopo due lunghi tratti di ferrata... spiana.
Raggiungiamo la cima.
 Siamo in Austria.

 Panorami a 360 gradi che le foto rendono molto bene.




 Uno spuntino e si parte per la discesa.
 Raggiungiamo il laghetto artificiale.



 Da qui dovremmo prendere il sentiero che ci porta rapidamente giù. Sbagliamo e ci troviamo su un tratto di ripidissima ferrata. Naturalmente torniamo indietro e ne prendiamo uno più lungo.
In circa 4 ore raggiungiamo nuovamente la base. Si conclude questa stupenda escursione che però mi ha provato al di là di quanto sia accettabile per divertimento.